il Quaderno di Saramago

Armi

Posted in quaderno di Saramago by massimolafronza on 26 maggio 2009

di José Saramago
http://caderno.josesaramago.org/2009/05/26/armas/

Il mercato delle armi, soggetto alla legalità più o meno flessibile di ogni paese o al semplice e sfacciato contrabbando, non è in crisi. Mi spiego, la tanto sofferta e chiacchierata crisi che sta rovinando fisicamente e moralmente la popolazione mondiale non tocca tutti. Ovunque, in ogni dove, i disoccupati si contano a milioni, ogni giorno migliaia di aziende dichiarano il fallimento e chiudono i battenti, ma non c’è notizia di un unico operaio di una fabbrica di armi che sia stato licenziato. Lavorare in una fabbrica di armi è un’assicurazione sulla vita. Sappiamo già che gli eserciti hanno bisogno di armarsi, sostituire con armi nuove e più mortali (si tratta di questo) gli antichi arsenali che hanno fatto il loro tempo e che non soddisfano più le necessità della vita moderna. Risulta quindi evidente che i governi dei paesi esportatori dovrebbero controllare con severità la produzione e la commercializzazione delle armi che fabbricano. Semplicemente, alcuni non lo fanno e altri guardano dall’altra parte. Parlo dei governi perché è difficile credere che esistano al mondo fabbriche clandestine di armi, per esempio le installazione industriali più o meno occulte che riforniscono i narcotrafficanti. Quindi, non esiste pistola che non sia, per così dire, tacitamente certificata dal rispettivo, anche se invisibile, timbro ufficiale. Quando in un continente come quello sudamericano, per esempio, si calcolano esserci più di 80 milioni di armi, è impossibile non pensare alla complicità mascherata male dei governi, sia degli esportatori che importatori. Si dice che la colpa, almeno in parte, sia del contrabbando in larga scala, dimenticando che per creare contrabbando di qualcosa la condizione sine qua non è che questo qualcosa esista. Il niente non è contrabbandabile.

Per tutta la vita ho aspettato di vedere uno sciopero generale in una fabbrica di armi, ho aspettato inutilmente, perchè un tale prodigio non è accaduto né mai accadrà. E questa era la mia povera e unica speranza sulla possibilità che l’umanità fosse ancora capace di cambiare strada, direzione, destino.

Annunci

Commenti disabilitati su Armi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: