il Quaderno di Saramago

L’Aquila

Posted in quaderno di Saramago by massimolafronza on 14 aprile 2009

di José Saramago

Leggo in un reportage sul terremoto in Abruzzo che i sopravvissuti, disperati, impotenti, si chiedono perché il destino abbia scelto loro e la loro terra come luogo per la tremenda catrastrofe. É una domanda che non avrà mai risposta, ma che inevitabilmente ci poniamo quando l’infelicità viene a bussare alle nostre porte, come se da qualche parte nell’universo esistesse un responsabile a cui chiedere conto dei mali che ci accadono. Molto spesso abbiamo solo il tempo di vederci la morte davanti, o forse neanche questo, quando una bomba esplode a dieci passi o l’imbarcazione si riduce in pezzi vicino alla costa, raggiungibile, quando l’inondazione si porta via case e ponti come se si trattasse di ostacoli insignificanti, quando la valanga o lo slittamanto di terre seppellisce intere popolazioni. Ci chiediamo perché a noi, perché a me, e non c’è riposta. Anche Jacques Brel si era chiesto: “Pourquoi moi? Pourquoi maintenant?” – ed è morto. É il destino, diciamo, e dentro di esso non c’è scritta la parola resurrezione. É bene saperlo perché, in realtà, il mondo non esiste perché ci siano resurrezioni. Già basta quel che c’è.

Advertisements

Commenti disabilitati su L’Aquila

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: