il Quaderno di Saramago

Leggere

Posted in quaderno di Saramago by massimolafronza on 8 aprile 2009

di José Saramago

Quello che chiamano il mio stile si basa sulla grande ammirazione e rispetto che riservo per la lingua parlata in Portogallo nel XVI e nel XVII secolo. Apriamo i Sermoni di Padre António Vieira e ci rendiamo conto che in tutto quello che ha scritto c’è una lingua piena di sapore e di ritmo, come se questo non fosse esterno alla lingua, ma intriseco ad essa.

Non sappiamo con certezza come si parlava all’epoca, ma sappiamo come si scriveva. La lingua, allora, era un flusso ininterrotto. Ammesso che la si possa paragonare a un fiume, ci si rende conto che è come una grande massa d’acqua che scivola con peso, con brillantezza, con ritmo, nonostante il suo corso sia, alle volte, interrotto da cascate.

Arrivano giorni di vacanza, una buona occasione per bagnarsi in quest’acqua, in questa lingua scritta da Padre Vieira. Non consiglio niente a nessuno, ma annuncio che in questi giorni m’immergerò nella miglior prosa e scomparirò. Qualcuno vuole accompagnarmi?

Annunci

Commenti disabilitati su Leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: