il Quaderno di Saramago

Douro-Duero

Posted in quaderno di Saramago by massimolafronza on 10 marzo 2009

di José Saramago

Trent’anni fa, quando ancora ero un giovane e per fortuna speranzoso scrittore già quasi sessantenne, andavo per le terre di Miranda do Douro dove stava per iniziare l’indimenticabile avventura che sarebbe poi stata la preparazione e l’elaborazione del libro Viaggio in Portogallo. Questo titolo non era casuale. Pretendevo che il lettore, leggendolo subito in prima pagina, capisse che si trattava di questo, di un viaggio da qualche parte, precisamente in Portogallo. Per rinforzare quest’idea nel mio stesso spirito, uscii dal paese attraverso Monção e, per una settimana, ho viaggiato per Galizia e León fino a quando, con gli occhi puliti dalle immagini conosciute, sono partito alla scoperta della terra dove ero nato. Ricordo di essermi fermato al centro del ponte che unisce i due margini del fiume, da un lato, Douro, dall’altro, Duero, e di aver cercato invano, o di aver finto di cercare, la linea di frontiera che sembra separi ma in fondo unisce i due paesi. Pensai allora che una buona maniera di iniziare il libro sarebbe potuta essere commentare il famoso Sermone di Sant’Antonio ai Pesci di Padre António Vieira, rivolgendomi ai pesci che nuotano nelle acque del Douro e domandandogli di quale lato si sentissero, espressione forse troppo ovvia di un sogno di amiciza, solidarietà, mutua collaborazione tra Portogallo e Spagna. L’utopica proposta non è caduta nel dimenticatoio. In quello stesso punto del fiume, circondati dalle acque comuni, si stanno riunendo i rappresentanti di 175 comuni fluviali dell’uno e dell’altro margine per discutere la creazione di un gruppo che possa coordinare azioni di sviluppo e definire piani d’azione per il futuro. É probabile che nessuno dei presenti abbia letto la mia versione del sermone di Padre António Vieira, ma lo spirito di quel luogo li stava chiamando da trent’anni, e loro ci sono andati. Tutti benvenuti.

Annunci

Commenti disabilitati su Douro-Duero

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: